Contrasto sulle immagini: sì o no? | gegeonline.it
Get Adobe Flash player
Facebook500px.com1x.comFeed RSS

Contrasto sulle immagini: sì o no?

Frequentando il Fotoclub Immagine di Merano ed il forum del Canon Club Italia, ho notato che ora con il digitale molti fotografi aumentano in postproduzione i contrasti e la saturazione dei colori per rendere questi ultimi più intensi.
Nel mettere alcune mie fotografie sul forum del Club Canon, per confrontarmi con altri fotoamatori, uno dei poster più attivi mi ha suggerito su più di un’immagine di aumentare il contrasto. Le sue fotografie, in effetti, hanno dei colori brillanti ed i colori sono particolarmente intensi. Però è anche vero che le immagini tendono ad essere un po’ finte o, per così dire, forzate.

Personalmente, per il tipo di fotografia che faccio, penso che rappresentare i soggetti nella maniera più naturale sia la cosa migliore; se un fiore è rosa pastello non deve diventare lilla per essere più bello! Vi faccio un esempio, con una delle foto di cui si parlava sul forum, di che risultato si può ottenere aumentando il contrasto di un’immagine.

La differenza non è particolarmente evidente: giocando con i livelli colori e contrasti potrebbero essere accentuati ulteriormente, ma ho preferito non esagerare. Dal punto di vista estetico la fotografia a destra è più d’effetto; nella realtà però il fiore è di un colore più pastello, così come si vede nella foto di sinistra. Io preferisco l’originale o almeno un compomesso che non alteri i colori. E voi? Quale foto preferite? Attendo i vostri commenti!

6 risposte a Contrasto sulle immagini: sì o no?

  • Dany scrive:

    non so bene il xkè ma preferisco la seconda… anche se sono abbastanza identiche.

  • barbara scrive:

    da punto di vista ottico è più bella la seconda ma ho votato al "naturale"

  • Wildt scrive:

    Carissimo, premesso che "la maniera più naturale" quasi mai significa "quella con meno edulcorazioni", il problema penso che sia posto in maniera sbagliata. Mi sembra che il tuo approccio "non voglio sofisticare le immagini" sia di tipo più filosofico che pratico. Il tuo obbiettivo è avere l’immagine più naturale possibile? Per naturale intendi: il più vicino possibile al modo in cui l’occhio umano la percepirebbe dal vero? E allora i meccanismi di focalizzazione dell’occhio umano sono così sofisticati che rendono possibile un livello di "concentrazione" dell’attenzione sul soggetto a prescindere dallo sfondo e da altri elementi di disturbo che invece nella fotografia sono presnti. Quando guardi un fiore guardi un concetto. Quando guardi una foto guardi una accozzaglia di colori e forme riportate in piano. "Aggiustare" la foto onde rifocalizzare l’attenzione sul soggetto principale dell’imagine non è altro che un ripetere il procedimento naturale opearto dall’occhio umano. Caricare il colore di un immagine, aumentarne il contrasto per conferire maggiore tridimensionalità, sono solo dei meccanismi che rifanno per via digitale quello che è il filtraggio operato dall’occhio e dal cervello durante la visione diretta. E’ per questo motivo che il fiorellino "contrastato" sarà molto più tridimensionale, molto più "in rilievo", molto più vero e conseguentemente molto più NATURALE della foto originale.

    Ovviamente il tutto entro certi limiti: se il rosa me lo carichi tipo corteccia cerebrale di alieno venusiano, bè, allora sì che il discorso non sta più in piedi.

    Se è la "resa naturale" a tutti i costi che persegui (ma non ti faccio così integralista…), consiglio di estirpare il fiore e di essiccartelo in un libro.

    Tuo… ma suvvia, vediamo se indovini chi sono.

  • Froggy scrive:

    sempre al naturale, non amo molto le fotoritoccate…

     

  • Yubi scrive:

    a me piace più quella naturale … ma sarà che conosco la piantina …
    invece ho trovato (non fotografato ;-)) questa … e la dedico a te ;-)

  • Giorgio scrive:

    X Wildt: così, a naso, dalla competenza del linguaggio direi che sei qualcuno del forum Canon Club! :-)

    Il tuo ragionamento in effetti è giusto, anche se appunto cerco di avere nelle mie foto una certa resa naturale. Che era poi il motivo per cui ero molto in dubbio sul passaggio al digitale. Il fatto di aumentare il contrasto nella foto, comunque, porta inevitabilmente a caricare di più i colori… non dico tipo corteccia d’alieno venusiano, però comunque perde quel colore rosa pastello; il fiore magari è più bello, però non è più come dovrebbe essere… non rappresenta più il fiore come nella realtà. E’ vero che anche con la pellicola era così… io usavo la Velvia 50 per saturare i blu e i verdi, così come la Echtacrome della Kodak quando volevo colori saturi in generale. Però… non so, resto comunque un po’ perplesso…


    X Yubi:
    ahahaha, bellissima! Quando arrivo a casa me la metto sul blog :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio articoli
Creative Commons License

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons. Le immagini di questo sito possono essere utilizzate gratuitamente, per scopi senza fini di lucro, dietro semplice richiesta via mail, oppure acquistate su iStockphoto.