Warning: mysql_get_server_info(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.gegeonline.it/home/wp-content/plugins/advanced-category-excluder/advanced-category-excluder.php on line 128

Warning: mysql_get_server_info(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.gegeonline.it/home/wp-content/plugins/advanced-category-excluder/advanced-category-excluder.php on line 128
Hanno ucciso Bruno! | gegeonline.it
Get Adobe Flash player
Facebook500px.com1x.comFeed RSS

Hanno ucciso Bruno!

brunoEra il 26 maggio è sulle pagine di alcuni quotidiani (online e non) veniva data la notizia del possibile abbattimento di “Bruno”, l’orso che dal parco dell’Adamello-Brenta si è spinto fino in Baviera (a lato una foto dell’orso tratta da Repubblica.it) dove ha avuto un benvenuto tutt’altro che caloroso. Repubblica riportava così la notizia:

«Forse è stato già abbattuto da cacciatori di frodo l’orso che ha sconfinato dal Trentino all’Austria, fino ad arrivare in Germania. Lo sostiene il tabloid berlinese “B.Z.”: la tesi si basa sull’assenza di orme e di escrementi sul terreno, nonchè sulla constatazione che da lunedì scorso nessun animale è stato ucciso da “Bruno” per nutrirsi. Oltretutto il plantigrado non era disturbato dalla presenza umana.
Il giornale ritiene possibile che cacciatori di frodo abbiano ucciso l’animale per conservare come un trofeo la testa, la pelle e gli artigli. Manfred Woelfl, incaricato dal governo bavarese di seguire da vicino gli sviluppi del caso, ha detto di non poter escludere l’ipotesi
».

La notizia è stata poi smentita grazie all’avvistamento dell’animale che sarebbe rientrato in Tirolo, evitando così di essere abbattuto in territorio tedesco.
Ma a distanza di un mese esatto arriva la notizia – certa, questa volta – che, purtroppo, “Bruno” è stato abbattuto da un gruppo di cacciatori in seguito al via libera delle autorità. Riporto di seguito la notizia tratta da Virgilio News.

«Monaco, 26 giu. (Ap) – “Gli hanno sparato. E’ morto”: così, rimandando ad una prossima conferenza stampa ulteriori dettagli, il funzionario del governo regionale bavarese Manfred Woelfl ha annunciato l’abbattimento di “Bruno”, all’anagrafe “Jj1”, l’orso bruno al quale le autorità del Land davano la caccia da settimane.
Secondo fonti del ministero dell’Ambiente del Land bavarese “Bruno”, ancora un cucciolo, sarebbe stato abbattuto da un gruppo di cacciatori. Dopo due settimane di inseguimenti infruttuosi, sabato scorso le autorità avevano dato luce verde per l’uccisione del plantigrado, che aveva abbandonato il Parco dell’Adamello, nel Trentino, e che nei suoi vagabondaggi in Baviera e nel vicino Tirolo aveva ucciso numerose pecore, avvicinandosi anche senza alcun timore alle abitazioni.
“Bruno” faceva parte di un gruppo di venti cuccioli avuti da Jurka e Joze, coppia di orsi sloveni (di qui la denominazione anagrafica ufficiale di “Jj1”) e importati per ripopolare le montagne del Trentino
».

Si conclude così anche questa vicenda, purtroppo in maniera tutt’altro che felice. Non posso dire di essere d’accordo con la decisione presa dalle autorità tedesche; mi rifiuto di credere che non vi fossero altre possibilità, che non fosse possibile addormentarlo per riportarlo in Trentino (dopotutto se l’hanno ucciso avrebbero anche potuto addormentarlo!), pur comprendendo le motivazioni che hanno portato a questa decisione.
E ritorno a chiedermi per quale motivo i grandi predatori si avvicinano così tanto all’uomo… non sarà “FORSE” che le loro prede naturali (ungulati, lepri e simili) hanno subito un declino tale da renderne difficoltosa la caccia per un predatore? Certo un conto è l’uomo con fucili ipertecnologici che fa fuoco da centinaia di metri di distanza… altro discorso è avvicinarsi abbastanza per predarli…

6 risposte a Hanno ucciso Bruno!

  • Yubi scrive:

    E’ un po’ strano, eh? Finché c’era da trovarlo per addormentarlo, con tanto di caccia con cani finlandesi addestrati … l’orso è sempre sfuggito.
    Dato il via per l’uccisione … non ci hanno messo molto e … a 150 metri di distanza …
    Non so quanto JJ1, ovvero “Bruno” avrebbe potuto essere “rinselvatichito” … sia lui, che suo fratello gemello JJ2 -il “nostro” Lumpaz- hanno dimostrato pochissimo timore dell’uomo e delle sue cose … ho sentito dire che forse è un comportamento appreso dalla madre …
    Di Lumpaz mancano tracce, dall’autunno scorso: si suppone sia stato abbattuto, ma in questo caso sarebbe stato illegale.
    .. qualcosa comunque era da fare, con Bruno … sennò un incidente era quasi inevitabile … e una volta ferita o peggio una persona (bambino?) … sarebbero scoppiate polemiche ancora maggiori!
    Ora non sono da condannare tutti gli orsi! Il gruppo che ha concesso l’abbattimento si occupa di tutti i 20-30 orsi che vivono nel territorio austriaco! Dunque per uno che si è rivelato una “mina vagante” … ce ne sono altri 20-30 che non danno problemi! Mettiamo le cose in prospettiva … cosa che a quanto non riescono a fare coloro che hanno minacciato di morte il ministro dell’ambiente …

  • Yubi scrive:

    Venti cuccioli?

    Ma che? Jurka li produce “industrialmente”?Jurka è stata rilasciata nell’autunno del 2001, all’età (stimata) di 4 anni … in 5 anni ne avrebbe dovuti mettere al mondo … 4 all’anno? E non è neanche scritto in cifre … che uno si dice che magari hanno aggiunto “per sbaglio” uno “0”!
    Qui la pagina di Jurka dal LifeProject del Parco dell’Adamello … mi pare si parli di 2 cuccioli … nati nel 2004 … JJ1 aveva dunque 2 anni … non proprio un adulto, ma neanche tanto cucciolo …
    E .. gli orsi non sono degli “stacanovisti”: se trovano cibo facile (e i nostri animali domestici sono decisamente più facili da catturare, che le prede selvatiche) non dicono di no: in Canada gli orsi problematici (puoi vedere dal mio post di settimana scorsa) ce ne sono molti, che vanno a cercare cibo nelle discariche, negli immondenzai … A noi ne era capitato uno che era rimasto orfano e aveva imparato a cibarsi d’imondizia … avvicinandosi sempre più alle case … fu portato via lontano, tornò … quando fu abbattuto il veterinario lo trovò in uno stato deplorevole, pieno di parassiti …

  • Gege scrive:

    Sì, venti cuccioli mi sembrava strana come cifra, anche perché un po’ ho seguito le vicende degli orsi dell’Adamello e se fossero nati tutti questi cuccioli ne avrebbero dato ben più risalto. In ogni caso ho riportato la notizia pari pari da Virgilio.

    Per quanto riguarda il resto… beh, è vero che questo abbattimento forse ha evitato le persecuzioni nei confronti di tutti gli altri orsi reintrodotti, ma è anche vero che si poteva trovare un’altra soluzione. Probabilmente i cacciatori non aspettavano altro… e qualcuno penso lo sapesse e abbia dato loro un contentino. Poi boh…

  • Yubi scrive:

    Sì … anch’io speravo che andasse a finire altrimenti … e il giochino che avevano messo in rete per “colpisci l’orso” … era con una cerbottana con dardi narcotizzanti … non un fucile … ci hanno messo poco ad abbatterlo … speriamo in un futuro migliore.
    Ah: la critica non era diretta a te ma all’articolista di Virgilio!

  • Hevea scrive:

    Se puoi sparargli per ucciderlo, lo puoi fare anche per narcotizzarlo ….chissà perchè l’uomo sceglie sempre la via peggiore.

  • Gege scrive:

    X Yubi: ho verificato un attimo in giro e la notizia dei 20 cuccioli non era poi del tutto infondata. "Bruno" era in effetti uno di 20 fratelli, ma non da parte di madre (Jurka) bensì da parte di padre (Joze). Certo scrivere che è uno dei 20 orsacchiotti nati dalla coppia è un po’ ardito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio articoli
Creative Commons License

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons. Le immagini di questo sito possono essere utilizzate gratuitamente, per scopi senza fini di lucro, dietro semplice richiesta via mail, oppure acquistate su iStockphoto.